Menu Content/Inhalt
Home
I PRIMI SALDI STATALI PER IL LCPE SONO IN ARRIVO

Oggi, 5 maggio 2017, ci viene comunicato che il funzionario delegato all’applicazione della legge 72/2001 ha eseguito i mandati di pagamento per saldare tre dei cinque progetti 2012 del Libero Comune di Pola in Esilio. L’importo sarà disponibile sul conto bancario dell’LCPE la prossima settimana. Ciò permetterà di sanare il debito con la tipografia. Non vi sono invece novità circa il saldo degli altri due progetti 2012, né circa gli anticipi che l’LCPE attende per i progetti 2013, né circa i bandi dei progetti 2014, 2015, 2016 e 2017, né circa il lascito decurtato della compianta Socia Piera Fassio.
Abbiamo atteso prima di diffondere questo numero, che era già pronto il 2 maggio e che abbiamo un po’ aggiornato. Attendere ancora avrebbe prodotto ulteriori contraccolpi sulla vita interna dell’LCPE, dopo la sospensione de L’Arena di Pola cartacea tra l’ottobre 2016 e il marzo 2017 e dopo i ritardi nel recapito postale del numero bis ridotto di aprile.
Considerando tuttavia le persistenti carenze di cassa e le incerte prospettive dei finanziamenti statali, usciamo per prudenza a sole 12 pagine (nella versione cartacea tutte in bianco e nero, nel formato pdf tutte a colori). Non è insomma questo il giornale che vorremmo, ma quello che ora possiamo permetterci onde fornire almeno le principali notizie sull’LCPE e sull’attualità istriano-fiumano-dalmata alla maggioranza dei Soci, i quali non leggono il giornale in pdf.
Riattivando L’Arena cartacea desideriamo altresì scongiurare un sostanziale collasso dell’LCPE. Infatti, malgrado l’adesione di persone nuove e dei primi “Soci familiari” e benché il termine ultimo fosse il 31 marzo, gli iscritti in regola per il 2017 continuano ad essere meno della metà di quelli del 2016. E naturalmente anche le elargizioni sono calate.
Visto poi il non elevato numero di prenotazioni al Raduno di Pola, i votanti alle elezioni di domenica 11 giugno per il rinnovo delle cariche sociali si prospettano inferiori a 4 anni fa. Questo costituirebbe un preoccupante segnale di scarsa vitalità interna. Non è certo immaginabile inoltre che a decidere del futuro dell’LCPE e de L’Arena siano solo poche decine di persone, tantomeno in circostanze così delicate.
Rimanendo in una condizione di precarietà, non possiamo che rinnovare l’appello all’autofinanziamento, indicando di seguito gli estremi per le iscrizioni e le elargizioni:
Conto corrente postale: 38 40 77 22
intestato a “L’Arena di Pola”
Conto corrente bancario: codice IBAN (per l’Italia)
IT 10 I 02008 12105 0000 10056 393
presso UniCredit - Agenzia Padova Moro 
intestato al “Libero Comune di Pola in Esilio”
Codice BIC UNCRITM1N97 (per l’estero)
Un altro modo di aiutare l’LCPE, sebbene con effetto ritardato, è quello di destinargli il 5 per mille (vedasi pagina 2). Ne trarrebbe indirettamente beneficio anche il nostro giornale.
Paolo Radivo

 

Notizie importanti

 

ARCHIVIO STORICO ARENA DI POLA

TUTTI GLI ARTICOLI
DAL 1948 AL 2009
www.arenadipola.com

 

 

RECAPITI 
"Libero Comune di Pola in Esilio"

- informatico:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo


 Indipendentemente dai normali orari di apertura
cell. +39 388 8580593.



- postale:
c/o Tipografia Art Group S.r.l.
via Malaspina 1 -
34147 TRIESTE

 

***
Siamo anche su Facebook.
Libero Comune di Pola in Esilio
Dventiamo amici.




 https://www.youtube.com/
watch?v=5ivlfeGujGo

 (clicca sul link per
vedere il video
Istria Addio - La Cisterna)

 ***
Dal 15 giugno 2013

 Sindaco/Presidente: Tullio Canevari
Vice: Tito Lucilio Sidari
Direttore dell'Arena di Pola: Paolo Radivo
 (l'organigramma completo nella sezione
CHI SIAMO")
 
 ***