Menu Content/Inhalt
Home arrow Inserti
Inserti
STORIE E LEGGENDE ISTRIANE
 Anteprima
 
 Storie e leggende istriane rivivono nel libro di Maria Secacich
 
Un universo favolistico che attinge alla grande storia e ne addomestica personaggi ed eventi, quello della tradizione istriana quale emerge dal volume Storie e leggende istriane, ristampa del 2014 della tesi di laurea discussa da Maria Secacich all'Università Cattolica di Milano nell'anno accademico 1938-'39. Nata a Pola nel 1913, ne frequentò il Liceo Carducci. Conseguita la laurea, dopo pochi anni rientrata nella città natale, ebbe la cattedra di italiano, latino e greco nello stesso Istituto che l'aveva vista studentessa. A narrarne è in questo stesso volume un suo allievo, Iginio Udovicich, che l'aveva accompagnata da Capodistria a Fianona nelle sue ricerche sul campo, presso contadini e pescatori, paesi e borghi marittimi e interni della piccola penisola. E dunque li immaginiamo, la professoressa e il suo allievo, percorrere taccuini alla mano le vie di campagna e le rive, affacciarsi alle botteghe dei piccoli artigiani e distogliere gli uomini di mare dal rammendare le reti per raccontare le antiche storie orali, consapevoli – come scrive nella prefazione Udovicich – che «la leggenda non si cura delle "unità aristoteliche" di tempo, di luogo e di azione» ed invece proietta i suoi protagonisti «in avanti e indietro nel tempo, secondo le credenze popolari, a compiere misfatti o buone azioni in luoghi da loro mai frequentati». «Questa "atemporalità" – sottolinea il co-autore della presente edizione – è parte del fascino di queste storie; si attribuiscono allo stesso personaggio sia la costruzione di un tempio romano che il massacro dei Turchi».
Ultimo aggiornamento ( venerdì 10 ottobre 2014 )
Leggi tutto...
 
PIETRO KANDLER - CODICE DIPLOMATICO ISTRIANO


Immagine attiva
 5  VOL.  per un totale di 1551  documenti dal 50 d. C. al  1526
Nell’Appendice al 5 ° Vol . ulteriori 22 documenti dal 1150 al 1717
PER COMPLESSIVE PAGINE  LX  +  2501

            Riproduzione anastatica della raccolta degli elementi a stampa impressi per conto       dell'autore dalla tip. del LLOYD AUSTRIACO, Trieste 1862 - 1865. Ristampa promossa e curata
nel 2003  dal LCPE con il contributo del Governo Italiano  L. 72/2001, completa dI riproduzione digitale su CD, Rilegatura in tutta tela


Immagine attiva
Pietro KANDLER (1804 – 1872), massimo e più stimato cultore della storia di Trieste e del’Istria, dedicò la sua vita allo studio della storia regionale istriana, gettando le basi per una ricostruzione scientifica della storia della Regione Giulia. Il Codice Diplomatico Istriano è riconosciuto come il monumento massimo della storiografia medievale Giuliana.
Carlo Combi, nel suo “Saggio di bibliografia Istriana” pubblicato nel 1863, elenca oltre 70 lavori del Kandler sui più disparati argomenti riguardanti  la Regione Giulia, geografici, etnici,storici,legali, biografici,.
Molti dei suoi scritti sono tuttora inediti.

( N. b. :  Il LCPE dispone ancora di alcuni esemplari in forma cartacea  completi della riproduzione su CD)

Ultimo aggiornamento ( domenica 08 dicembre 2013 )
 
PAGINE SCELTE

Immagine attivaImmagine attiva

 

Immagine attiva

Immagine attiva

 

Ultimo aggiornamento ( domenica 08 settembre 2013 )
Leggi tutto...