Menu Content/Inhalt
Home
RASSEGNA STAMPA
Arena di Pola - novembre 2017
Cari Amici Lettori, cari Soci del LCPE,
è in spedizione il numero di novembre de L'Arena di Pola, assieme ad una piccola nota a promemoria.

L’anno sta per finire, ma alcuni non hanno rinnovato la quota associativa  di 35 Euro per il 2017.
Li invitiamo caldamente a provvedere subito e ad inserire, fra i buoni propositi che accompagnano il periodo, anche il versamento della quota 2018.
Potrebbe anche essere un simpatico pensiero natalizio per qualche amico.
I riferimenti per il versamento sono sul frontespizio di ogni numero de L’Arena.
Grazie!


Qui di seguito anticipiamo qualcuna delle notizie nelle pagine di questo mese, in cui ampio spazio trova il ricordo di Tullio Canevari, Sindaco Emerito del Libero Comune di Pola in Esilio scomparso il 29 ottobre, ma sempre nella memoria di tutti noi

In sommario:
Ultimo aggiornamento ( marted́ 28 novembre 2017 )
Leggi tutto...
 
MINISTERO DELL'ISTRUZIONE CONCORSO NAZIONALE 2017
Il concorso scolastico del Giorno del Ricordo
affronterà la Grande Guerra

Lorenzo Salimbeni
Il centenario della conclusione della Prima guerra mondiale sarà al centro delle prossime attività pianificate dal Gruppo di lavoro che raccoglie il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e le principali associazioni degli esuli istriani, fiumani e dalmati. Innanzitutto avverrà il consueto concorso per le scuole: le schede di partecipazione andranno presentate entro il 17 novembre p.v., ma anche chi non la invia potrà presentare un elaborato entro il 10 gennaio 2018, per consentire quindi all’apposita commissione di valutare i lavori entro il 30 gennaio e poi stilare una graduatoria di merito per le due sezioni previste, vale a dire Scuole primarie e secondarie di primo grado e Scuole secondarie di secondo grado.
Leggi tutto...
 
IN MORTE DI TULLIO CANEVARI

Xe sta’ el 17 giugno del 2011, durante el nostro primo raduno a Pola,
su la bela barca che de Barbariga ne portava tuti indrio verso Pola,
dopo una grande magnada de sgombri rosti, a bordo. Sicome nel
viagio de andata gavevo sentido 'sto signor, che gaveva dito che 'l
iera nato a Brioni, ghe go domandà se 'l ne podeva ilustrar con le sue parole
quel che vedevimo de lontan. Subito, volentieri, el ne ga mostrà: “Vedè, quela casa più grande, là, iera la nostra scuola; una unica classe con pici de età diferenti, perché
i fioi a Brioni iera pochi. Ma in compenso gavevimo spazi meravigliosi per giogar, anche se
ierimo in pochi. Subito là vicin, quela casa più picia iera la nostra casa; i mii genitori lavorava tuti due nei grandi alberghi; e eco là la zona dei alberghi.....”.

 Immagine attiva

Ultimo aggiornamento ( luned́ 27 novembre 2017 )
Leggi tutto...
 
ARGEO BENCO CI HA LASCIATI

L'uomo, il professionista e il suo grande amore verso
la Patria, Pola, 'Istria e il suo mare

Argeo Benco ci ha lasciati il 16 settembre 2017, esattamente
dopo 70 anni di esilio.
Dall’altare Don Amilcare ha affermato che, per chi ha conosciuto Argeo,
è sufficiente pronunciare il suo nome, per ricordare il suo amore verso la
Patria, Pola, l’Istria, il mare, il suo impegno di scienziato e di esule, la sua generosità.

 

 Immagine attiva

Ultimo aggiornamento ( domenica 12 novembre 2017 )
Leggi tutto...
 
1921, IL FUOCO SOTTO LE ELEZIONI - GLI INCIDENTI DI SPALATO - TRIESTE- MARESEGO
1921, IL FUOCO SOTTO LE ELEZIONI.
GLI INCIDENTI DI SPALATO - TRIESTE - MARESEGO

di Valentina Petaros Jeromela

Quando, in base al trattato di Rapallo, parti della Dalmazia e dell'Istria furono annesse all'Italia accanto alle problematiche del passaggio di sovranità, si crearono tutt'una serie di difficoltà e ostacoli che andavano risolti al più presto. Problemi cocenti erano la cittadinanza, la sovrapposizione legislativa e la coesistenza del diritto italiano e austriaco, la presenza di militari e d'impiegati ex austriaci, croati e loro posizione economica che andava parificata con quella degli impiegati italiani, i confini, i danni di guerra. . . e nel mentre in Italia si cercava di capire quale sistema elettivo era meglio, se quello proporzionale introdotto da Nitri, che secondo lui favoriva l'incontro tra proletariato e borghesia oppure se era meglio continuare a mediare tra Governo e Corona e cercare un equilibrio tra potere esecutivo e quello legislativo. Non presero però in considerazione l'elemento base: gli elettori.
Ultimo aggiornamento ( luned́ 13 novembre 2017 )
Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 6 di 783