Menu Content/Inhalt
Home
EDITORIALE DI APRILE DEL DIRETTORE PAOLO RADIVO
Torna a riunirsi il Tavolo Governo-Esuli, ma si attendono ancora i contributi statali

Ci sono voluti oltre due anni, dopo l’ultima seduta interlocutoria del 12 febbraio 2015. Ma alla fine, mercoledì 29 marzo 2017, il Tavolo di lavoro Governo - Associazioni degli esuli è tornato a riunirsi (vedi pagina 3). Questa volta a Palazzo Chigi. A coordinare i lavori è stata la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi.
Lo sblocco di una situazione divenuta ormai surreale è stato reso possibile non tanto dal clamoroso ritardo nella corresponsione dei contributi statali ai sodalizi della diaspora (ormai non faceva più notizia!), quanto dalle polemiche nazionali scoppiate lo scorso febbraio intorno al Giorno del Ricordo, che hanno suscitato finalmente una presa di coscienza e un’assunzione di responsabilità da parte delle più alte cariche dello Stato. Dopo i lunghi lavorii sotterranei condotti da FederEsuli, è stato quindi lo “scossone” del 10 febbraio 2017 a far riconvocare un Tavolo di cui si era persa traccia.
Leggi tutto...
 
EDITORIALE DI MARZO DEL DIRETTORE PAOLO RADIVO
Nemmeno questo è stato il “Giorno del Rimedio”

Le polemiche circa l’assenza delle più alte cariche dello Stato alla cerimonia presso la Foiba di Basovizza e circa l’assenza del presidente Mattarella il 10 febbraio a Montecitorio hanno, se non altro, assicurato una notevole eco mediatica nazionale al Giorno del Ricordo 2017, che rischiava altrimenti di svolgersi in tono minore.

Allo stesso modo, la decisione del presidente della Repubblica di ricevere una delegazione di esuli al Quirinale il 15 febbraio, impegnandosi a farsi carico delle loro problematiche ancora aperte, ha contribuito a veicolare informazione sulle tematiche istriano-fiumano-dalmate.

Analogamente, il putiferio scoppiato intorno alla conferenza stampa di due storici “riduzionisti” svoltasi nella sala stampa della Camera il 9 febbraio su iniziativa di una parlamentare ha richiamato l’attenzione della stampa, inducendola ad affrontare l’argomento, sebbene concentrandosi quasi soltanto sulla vicenda delle foibe, che non riguarda esclusivamente Istria, Fiume e Dalmazia.
Leggi tutto...
 
5 PER 1000

Il 5 per mille al Libero Comune di Pola in Esilio


E’ possibile sostenere il Libero Comune di Pola in Esilio, e quindi L’Arena di Pola, anche con il proprio 5 per mille. Sul modello 730-1 per la dichiarazione dei redditi 2017, al capitolo «Scelta per la destinazione del cinque per mille dell’IRPEF», basta apporre la firma in alto a sinistra sotto la dicitura «Sostegno del volontariato e delle associazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett. A), del D.lgs. n. 460 del 1997». Subito sotto si deve scrivere il codice fiscale del Libero Comune di Pola in Esilio: 90068810325. Purtroppo l’importo del 5 per mille ci verrà corrisposto dallo Stato appena fra uno o due anni, ma questo contributo costituirà un importante aiuto per il futuro.

Grazie in anticipo!

 
REGOLAMENTO ELETTORALE

Regolamento per l’elezione del Consiglio Comunale,
del Collegio dei Revisori dei Conti e del Collegio
dei Probiviri dell’LCPE per il quadriennio 2017-2021
Le elezioni si terranno a Pola in Assemblea domenica 11 giugno

  Il Consiglio Comunale del Libero Comune di Pola in Esilio si è riunito sabato 4 febbraio 2017 a Milano. Fra le altre cose, ha accolto con 7 sì e 2 no le dimissioni da consigliere di Antonio Incani. Non essendovi più possibili subentranti, il Consiglio in carica scende quindi da 15 a 14 componenti. L’assise ha inoltre approvato il bilancio consuntivo 2016 e il bilancio preventivo 2017 e ha deciso, con 6 sì e 3 no, di modificare gli articoli 9 e 11 dello Statuto per ridurre il numero dei Consiglieri Comunali da 15 a 11 e il numero degli Assessori da 7 a 5. Tale decisione sarà sottoposta alla ratifica dell’Assemblea. Il Consiglio uscente ha altresì affidato al futuro Consiglio il compito di nominare una commissione che elabori proposte di revisione organica dello Statuto e della denominazione sociale. Oltre ad aver definito il programma provvisorio del 61° Raduno Nazionale degli Esuli da Pola, il Consiglio uscente ha infine approvato all’unanimità con piccole modifiche il Regolamento proposto dal consigliere Paolo Radivo per l’elezione del Consiglio Comunale, del Collegio dei Revisori dei Conti e del Collegio dei Probiviri per il quadriennio 2017-2021.

Lo riportiamo integralmente di seguito.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Notizie importanti

 

ARCHIVIO STORICO ARENA DI POLA

TUTTI GLI ARTICOLI
DAL 1948 AL 2009
www.arenadipola.com

 

 

RECAPITI 
"Libero Comune di Pola in Esilio"

- informatico:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo


 Indipendentemente dai normali orari di apertura
cell. +39 388 8580593.



- postale:
c/o Tipografia Art Group S.r.l.
via Malaspina 1 -
34147 TRIESTE

 

***
Siamo anche su Facebook.
Libero Comune di Pola in Esilio
Dventiamo amici.




 https://www.youtube.com/
watch?v=5ivlfeGujGo

 (clicca sul link per
vedere il video
Istria Addio - La Cisterna)

 ***
Dal 15 giugno 2013

 Sindaco/Presidente: Tullio Canevari
Vice: Tito Lucilio Sidari
Direttore dell'Arena di Pola: Paolo Radivo
 (l'organigramma completo nella sezione
CHI SIAMO")
 
 ***